Open Day: Art River apre le porte

Ieri sera 20 settembre all’interno della Fonderia Napoleonica Eugenia di Via Thaon de Revel, c’è stata la presentazione delle attività artriveriane del nuovo anno accademico.

L’afflusso di persone provenienti anche da fuori Milano, è stato cospicuo. Amanti dell’arte, appassionati di lettura, di cinema, di teatro, scrittori amatoriali, scrittori professionisti o semplicemente curiosi, sono stati spinti dal loro istinto a scendere negli abissi di Art River. La scala a chiocciola li ha portati in questo spazio creativo underground, dove la musica di Simone Soya e Giamma Soren ha fatto da colonna sonora.

Music by Giamma Soren e Simone Soya

Preceduto da una performance richiamante la scena della doccia di Hitchcock in Psyco, finalizzata a fare ironia sul cinepanettone, il regista Alessandro Baracco ha presentato il cinecult.

C’è stata poi la presentazione del laboratorio di scrittura narrativa sperimentale Jazz Storytelling, ad opera di Antonio Ribatti e Emina Gegic e del laboratorio di recitazione, ad opera di Roger Mantovani. Si è parlato del percorso Eros e Arte, tenuto dall’autrice e sceneggiatrice Emina Gegic, dal regista Alessandro Baracco, dalla disegnatrice Anna Lui de L’Osservatorio figurale, dalla psicologa Barbara Emanuele, e dal musicista, nonché esperto di jazz Antonio Ribatti.

Emina Gegic e Barbara Emanuele
Tina Venturi in posa per il disegno dal vivo di Anna Lui

Una delle performance della serata, volta a immortalare l’unione artistica tra Art River e L’Osservatorio Figurale di Via Borsieri, è stato il disegno dal vivo, che Anna Lui ha realizzato grazie alla scrittrice e attrice Tina Venturi, che ha posato per lei.

L’attrice è stata altresì protagonista, assieme a Roger Mantovani, di un’incursione teatrale con lettura ad alta voce di un pezzo di Sentieri di bronzo:  un progetto che sarà realizzato presso la Fonderia Napoleonica con il patrocinio della Regione Lombardia e del Ministero dei Beni Culturali. È prevista la stesura di un testo teatrale, già iniziato dagli allievi della prima edizione del laboratorio di drammaturgia, e la successiva rappresentazione.

Roger Mantovani e Tina Venturi nello schetck di Sentieri di bronzo

Nel corso dell’evento, inoltre, proprio per pubblicizzare sentieri di bronzo, in cui uno dei personaggi è una suora, è stato realizzato un simpatico flash mob.

Tante idee, tante iniziative, ma soprattutto tanto divertimento e simpatia. Art River è questo e molto altro, capace di aprire le porte non solo della Fonderia, ma anche del cuore, della mente e dell’animo delle persone.

Adelaide De Martino